tutto il programma di oggi! il secondo giorno di Porchettiamo

Buongiorno Amici!

ecco tutti gli appuntamenti di oggi:

alle 11.00  Degustazione guidata  “Passione Montefalco Sagrantino”

Il Montefalco Sagrantino incontra i “Cru” della Porchetta Umbra! Degustazione guidata e abbinamento, condotta dal giornalista Antonio Boco, a cura de La Strada del Sagrantino (psr Regione Umbria mis 313 dom.n. 94752500952)

Posti esauriti!!!

poi alle 14.30 si passeggia alla scoperta dei sentieri nascosti del Comune di Gualdo Cattaneo e dei sui Castelli. Costo €5. Info e prenotazioni: mob. 392.5398191 – info@porchettiamo.com (abbiamo ancora qualche posticino!)

 

e alle 15.30 si torna a bere con la degustazione “Birre artigianali e Salumi”

Degustazione guidata di tre selezionate birre artigianali italiane, in abbinamento ai salumi della tradizione Umbra.

Posti limitati, prenotazione obbligatoria.

Posti esuriti!!!

e poi tutti i laboratori per i bambini  dalle 15.00- 19.00 > Pi(a)neta Bambini

Si balla, nella Piazza delle Porchette, dalle  17.00 con  “Mamma li Turchi” con  pizzica, tarantelle e tammurriate

mentre al Giardino del Castello dalle 18.00 alle 22.00 insieme a Porchettiamo&Friends, Birroteca Artigianale e Cibo di Strada ci si scatena con il Mimix dj set a cura di The Golden Age!

e fino alle 24.00 Porchette, Street Food, Birre Artigianali e i Vini della Strada del Sagratino

Pronti, Porchetta, via! E’ cominciato il frestival che lega Street Food, vini del territorio e birre artigianali

Siamo partiti e fino a domenica sera non ci fermiamo!

La Piazza delle Porchette è già tutta rosa, in un brulichio che anticipa l’arrivo dei golosi e guarda da vicino la Birroteca Artigianale e l’Enoteca della Strada del Sagrantino.

Il Giardino della Rocca si anima dei migliori cibi di strada, in abbianameto alle birre straniere. Il tutto condito da musica, degustazioni, eventi di ogni genere, in un clima rilassato di gioia e spensieratezza. Per tutti e per tutti i gusti. Che aspetti ad arrivare?

PORCHETTIAMO! TUTTO IL RESTO E’ NOIA…

Benvenuti alla 7° edizione di uno dei principali festival d’Italia dedicati al cibo di strada

Prendiamo in prestito una frase di Eskimo, celeberrima canzone del grande Francesco Guccini, per raccontare il percorso di Porchettiamo; l’idea, gli inizi e la fase di piena maturità di un festival di gran successo, arrivato oramai alla sua settima edizione.
Cominciamo con questa frase perché oggi tutti sembrano aver scoperto il cibo di strada, o meglio lo street food, come viene chiamato dal gastrofighettismo dilagante. Tutto bene, ci mancherebbe, però ci piace ribadire che Porchettiamo è arrivato prima, in maniera originale e convinta. Porchettiamo “ha scelto in tempo, non per contrarietà”, insomma. Lo ha fatto anticipando i tempi, dettando e non inseguendo una moda.

Lo ha fatto con il suo popolo. La gente di Porchettiamo, l’amore con cui ci seguite è il vero, grande successo della manifestazione. La sua essenza e la sua stessa ragione di vita. Porchettiamo siamo noi! Organizzatori, partecipanti affezionati e visitatori occasionali, produttori, abitanti territorio. Tutti insieme in un moto vorticoso, colorato e divertente che crea sinergie e contaminazioni. Non più un noi e un voi, ma un tutt’uno che non può rinunciare a nessuna delle sue parti.

Anche in questa settima edizione viviamo la porchetta come sintesi del cibo di strada, essenza e sublimazione della storia gastronomica del paese, capace di segnare un percorso che da alimentare diventa storico e culturale. La porchetta è la sintesi dell’Italia, capace di disegnare una bellissima cartolina del Paese con i suoi borghi, le genti, le diversità e le similitudini, i cibi e i piatti della tradizione come essenza dei territori e geografia da gustare. Ecco perché questo non è il festival della porchetta ma “delle” porchette, nelle sue mille varianti e nei suoi mille ingredienti.

Porchetta come porta d’ingresso ai cibi di strada d’Italia, quelli più genuini, autentici, con una storia da raccontare. Non è un caso che l’angolo Porchettiamo&Friend, nello strepitoso Giardino della Rocca, sia cresciuto di anno in anno a suggellare il ruolo di primus inter pares del nostro panino preferito. E poco importa che una volta vada a braccetto con il lampredotto, un’altra con le arancine o le panelle, le olive ascolane o le polpette di Porchetta. Quel che conta è che la nostra amata porchetta si senta in buona compagnia, con amici che da ogni dove arrivano a farle festa.
Semplicità e territorio, dunque. Ma anche modernità, fantasia e voglia di sperimentare. Chi non ha voglia di provare una delle creazioni di un grande chef, ispirate proprio dalla porchetta? Non perdetevi lo stand In Punta di Porchetta, allora, perché la tradizione non è altro che un’innovazione di successo e non c’è niente di più democratico del gusto. Sugli abbinamenti, infine, non abbiamo mai avuto dubbi. A fare da partner alle porchette ci saranno i grandi vini del territorio e le birre artigianali, in una selezione sempre più ricca, per tutti e per tutti i gusti.

 

di Antonio Boco

foto di copertina Vinicio Drappo

Bisogna saper scegliere in tempo, non arrivarci per contrarietà. Tu giri adesso con le tette al vento, io ci giravo già vent’anni fa”.

 

Tutto lo street food di Porchettiamo!

E’ arrivato in sordina, a luci spente, ma è diventato uno degli spazi più apprezzati e frequentati di Porchettiamo. Certo lo scenario conta, eccome, visto che ci troviamo in uno splendido giardino con vista mozzafiato. Ma quel che conta di più è l’idea, la voglia di affiancare la porchetta con i suoi “amici”. Chi sono? Ovviamente i migliori cibi di strada italiani! Un vanto per il nostro Paese, una bandiera di unità e un modo per conoscere la Penisola, da nord a sud, in maniera golosa. Cibi della tradizione, ovviamente, che fanno del rapporto con il territorio e con il proprio popolo una bandiera. Come il lampredotto fiorentino, mitico panino di trippe e frattaglie, le polpette di porchetta fritte, le olive ascolane e i cremini Migliori, il pane e panelle siciliano, la porchetta con caciocavallo in arrivo dalla Campania, la pampanella della Basilicata e, naturalmente, il cicotto di Grutti. Porchettiamo&Friends. Perché più amici ci sono e meglio è!

#Porchettiamo&Friends

In Punta di Porchetta con Cucinaa Progetto Gastronomico

Torna Porchettiamo e torna anche, all’interno della gustosissima Piazza delle porchette, Cucinaa Progetto Gastronomico.

Come tutti i matrimoni che si rispettino fanno da collante alcuni semplici ingredienti: la passione per le materie di qualità, la sperimentazione e il gusto per la tradizione.

L’estro dello chef Marco Gubbiotti delizierà i nostri palati con quattro diverse proposte di panini street food:

– Panino: stracotto di costoletta di maiale con la sua salsa, insalata di cavolo cappuccio

– Panino: con porchetta croccante farcita con mele e finocchi al rosmarino e senape

– Panino: baccalà mantecato, scarola, olive, ketchup home made

– Hotporc: con salsiccia al peperoncino rosso piccante, maionese e senape home made, insalata

Porchettiamo è anche in Punta di Porchetta!

In-punta-di-porchetta

A Porchettiamo anche gli euro sono rosa!

La grande novità di quest’anno è sicuramente la moneta, nuova “di zecca”!

Anche Porchettiamo conia il suo “soldo”: una moneta a tutti gli effetti, del valore economico di 1 Euro, con cui poter acquistare panini, prodotti tipici e street food. Troverete, segnalate in più punti all’interno della manifestazione, le casse in cui poter cambiare i vostri Euro con le monete di Porchettiamo. Sbizzarritevi pure all’interno della nostra piazza delle porchette e nel Giardino del Castello e se poi vi viene sete? Niente paura ci pensano La Strada del Sagrantino e Fermento Birra a soddisfare, con una ricca selezione di vini e birre, tutti e tutti i gusti!

N.B. Si mangia con le monete di Porchettiamo, si beve con gli euro!

FullSizeRender

Il gioco delle coppie: maiale con mele

Quest’anno approda a Porchettiamo una gustosa e sana bevanda da abbinare al nostro amato suino. Per tutti gli amanti del Biologico, del siamo quello che mangiamo e beviamo, della diversificazione dei sapori e del gusto genuino arriva EVA. Un Succo di Mele Biologico, prodotto in quel di Laces, Bolzano, il risultato della torchiatura di diverse varietà di mele (cuveè). Una pressatura soffice a bassa temperatura, un gusto aromatico, dolce/acido e persistente. Senza zuccheri aggiunti e conservanti. Un bicchiere è il frutto della spremitura a freddo di due mele, una valida e sana alternativa per i grandi e per i più piccini. Da non perdere l’abbinamento e il sapore al palato con le varie porchette regionali.

Porchettiamo in piccolo!

Anche quest’anno a Porchettiamo, in programma, tanti divertenti appuntamenti per i più piccoli: laboratori creativi, giochi, animazione e tanto altro, tutto in pineta…a pochi passi dalla Piazza delle Porchette!

Torna il mitico Laboratorio “Salvadanaio a colori”, per dipingere in libertà il proprio maialino e portarlo a casa!

Tutto il programma per i più piccoli:

Pi(a)neta Bambini

Venerdì 15 – h.15.00 | 17.00

“Salvadanaio a colori” laboratorio creativo di pittura, dedicato ai bambini intorno al mitico maialino-salvadanaio.

Ed inoltre “CreiAMO il maiale” laboratorio creativo di realizzazione oggetti ispirati al maiale con materiali di recupero; “GiochiAMO insieme” giochi di divertimento come tiro alla fune, corsa dei sacchi, attacca il naso al maialino ma anche “Truccabimbi”, giochi e palloncini.

Sabato 16 – h.15.00 | 19.00

“Salvadanaio a colori” laboratorio creativo di pittura, dedicato ai bambini intorno al mitico maialino-salvadanaio.

Ed inoltre “CreiAMO il maiale” laboratorio creativo di realizzazione oggetti ispirati al maiale con materiali di recupero; “GiochiAMO insieme” giochi di divertimento come tiro alla fune, corsa dei sacchi, attacca il naso al maialino ma anche “Truccabimbi”, giochi, bolle di sapone e palloncini.

Domenica 17 – h.11.00 | 13.00

“Palloncini nel Borgo” distribuzione di palloncini modellabili per le vie del paese.

h.15.00 | 19.00

“Salvadanaio a colori” laboratorio creativo di pittura, dedicato ai bambini intorno al mitico maialino-salvadanaio.

Ed inoltre “CreiAMO il maiale” laboratorio creativo di realizzazione oggetti ispirati al maiale con materiali di recupero; “GiochiAMO insieme” giochi di divertimento come tiro alla fune, corsa dei sacchi, attacca il naso al maialino ma anche “Truccabimbi”, giochi, bolle di sapone e palloncini.

Laboratori a cura de “Il Grillo Parlante”

attivita bambini porchettiamo

Challenge fotografico Porchettiamo 2015 “50 SFUMATURE DI ROSA”

Porchettiamo, il Festival delle porchette d’Italia, lancia il suo primo concorso fotografico nazionale dedicato a tutti gli appassionati del cibo, della natura e della fotografia mobile. “50 sfumature di rosa”, questo il titolo del concorso, premierà le migliori foto che avranno come protagonista il rosa in tutte le sue sfumature e declinazioni; più che un colore uno stato d’animo, un modo ironico, positivo e originale di guardare il mondo.

Partecipare è semplice:

1. scatta una foto ispirata al tema

2. taggala con gli Hashtag ufficiali #50SR , #porchettiamo e #igersumbria

3. pubblicala sul tuo profilo Instagram

Buona fortuna e viva il Rosa!

Scarica il regolamento:

Regolamento contest Instagram

 

Contest Instagram

Non solo Porchetta: il Cicotto!

A Grutti si sa, oltre alla famosa Porchetta, regina indiscussa del cibo di strada, un altro dei piatti della tradizione è senza dubbio il Cicotto! La sua lunga e paziente preparazione si è tramandata nel paese di padre in figlio, dagli anziani fino agli attuali e giovani produttori, prevedendo la cottura di tutti i tagli del maiale, lavorati e disossati a mano, accuratamente lavati e sezionati.

Intenso, con una consistenza morbida, succosa e dalle note affumicate al naso, in bocca rivela tutta la sua sapidità e speziatura.
Il nome trova le sue radici nei trattati di cucina del Cinquecento, quando con tale termine era identificato il cosciotto e quindi la zampa dell’animale, ingredienti essenziali di questo prodotto.

A Porchettiamo anche il Cicotto, presidio Slow Food, ha il suo spazio di “notorietà”:

Domenica 17 Maggio alle ore 12.00 ci sarà un Laboratorio Didattico a cura della Condotta Slow Food Valle Umbra dedicato al Principe di Grutti, se così vogliamo definirlo! Un piatto autentico che sta riavendo, ora più che mai, la sua notorietà nelle ricette culinarie e negli appuntamenti street-food di ultima generazione.

Il laboratorio prevede una degustazione finale di cicotto e birra artigianale.

Posti limitati, prenotazione obbligatoria, costo 10€.

info@porchettiamo.com

mob. +39 3925398191

slow_food_valle_umbra

Slow Food

Fondazione Slow Food

Slow Food Umbria